DOLCETTO O SCHERZETTO?

Una delle feste che molti criticano è forse Halloween, ma in realtà mi schiero dalla parte di chi ama questa festività. Sicuramente le origini sono britanniche, nello specifico celtiche, ma sempre di più questo 31 ottobre è entrato a far parte anche delle tradizioni europee.
Tutto ebbe origine dalla convinzione che gli spiriti, il 31 di ottobre, riescano ad entrare nel regno dei vivi, oltrepassando il confine della terra dei morti. Così la popolazione, per chiedere benevolenza agli spiriti, attaccava lanterne fatte di zucca e lasciava dolci e doni, sperando che tali mostri, lasciassero stare la loro abitazione.
Oggi quindi i bambini che vengono di porta in porta a chiedervi “Dolcetto o scherzetto?” impersonificano gli spiriti di un tempo e nel momento in cui voi donerete loro dei dolci, andranno via e vi lasceranno stare, senza farvi scherzi poco graditi.
Ecco svelata la tradizione di derivazione celtica.
Le maschere invece servono ai vivi per mimetizzarsi tra i morti ed in questo modo avrebbero evitato di entrare in scontro con loro. Un po come nel telefilm di Walking Dead quando per evitare che gli zombi ti sentano, ci si sporca del sangue dei morti ed in questo modo si diventa  “invisibili” ai morti.
E allora dove andare per questa festa particolare? Iniziamo con…:
1. TRIORA: clicca qui per l’articolo
2. CORINALDO: clicca qui per l’articolo
cinziatraveller

Leave a reply