Cinzia traveller: LOS ANGELES JOURNAL INTERVIEW

http://voyagela.com/interview/meet-trailblazer-cinzia-volpe/

Oggi vorremmo presentarti a Cinzia Volpe.

A questo link troverete la mia intervista al Los Angeles LA Voyage journal in versione inglese. Qui di seguito la traduzione della mia intervista, rilasciata in lingua.

Intervista: domanda numero 1

Cinzia, iniziamo con la tua storia. Ci piacerebbe sapere come hai iniziato e come il viaggio è stato finora. 
Sono una giovane donna italiana, sono nata vicino alla città natale della Ferrari, quindi penso che essere veloce e rapida, molto concreta, sia nel mio DNA.

Sono cresciuta in una tipica famiglia italiana. Mio padre ha iniziato a lavorare in una fabbrica quando aveva 13 anni, mia madre è una chimica e mio fratello è un tecnico informatico.

Mi hanno insegnato che se vuoi ottenere qualcosa di importante nella tua vita, devi lavorare sodo.

Ho sempre amato gli Stati Uniti sin da quando ero una bambina. Quando avevo 10 anni, dissi a mia madre: “Voglio diventare giornalista, modella e fotografa di viaggio quando sarò grande. Viglio essere una reporter di viaggi”. Ero così giovane ma volevo fare già tante cose!

In definitiva, oggi, posso dire che con il mio lavoro sono riuscita a racchiudere tutte le mie passioni nel mio lavoro quotidiano.

Quando avevo 16 anni, ho deciso di partecipare alle selezioni di Miss Italia, ho iniziato a frequentare casting, ho fatto fotografie per cataloghi e giornali locali e ho studiato recitazione a scuola. Tre anni fa, ho partecipato a uno spettacolo di giochi italiani.

Non ho mai smesso di mettermi alla prove nelle mie avventure e sono sempre stata aperta a nuove opportunità che possono entrare nella mia vita.

Non ho mai avuto dubbi, ma a volte la società mette freni ai tuoi sogni e costringe le persone a smettere di sognare.

Mi piace pensare che Los Angeles non sia solo la città delle star di Hollywood, ma è un luogo magico in cui i tuoi sogni possono diventare realtà.

Ho incontrato molte persone nella mia vita che mi hanno incoraggiato sulla mia strada e verso il mio desiderio di creare una carriera al di fuori delle regole convenzionali e delle carriere tipiche degli uffici.

Nella mia vita, mi sono sempre opposta nel fare ciò che gli altri volevano che facessi e sono sempre stata concentrata sulla comprensione di ciò che volevo esattamente da me stessa e dalla mia vita.

Sono sempre stata una ragazza molto testarda e ho cercato di usare questa caratteristica, nel miglior modo possibile, per raggiungere i miei obiettivi.

Dopo aver conseguito un diploma in più lingue (parlo inglese, italiano, francese, spagnolo, latino e attualmente sto studiando olandese e tedesco), mi sono laureato in scienze dei servizi giuridici, all’Università di Giurisprudenza , con ottimi voti.

Tuttavia, quando frequentavo l’università, volevo lavorare, così ho iniziato ad aiutare i bambini a fare i compiti e ad organizzare i loro studi.

Lentamente, la mia attitudine all’insegnamento è venuta fuori e mi ha permesso di creare un nome e guadagnare la fiducia dei miei studenti.

Poi, dato che non mi piace annoiarmi, ho deciso di approfittare delle mie conoscenze culturali, armarmi di una valigia e iniziare a vedere il mondo. Ad esempio, ho solo 32 anni ed ho visitato tutti i paesi europei, Cuba e gli Stati Uniti! Ho iniziato il mio viaggio quando avevo 18 anni e non mi sono mai fermata.

Per questo motivo, ho deciso di concentrare la mia attenzione sui social media e in particolare sul mio sito di viaggi, su Facebook, Instagram e YouTube. Attualmente sto scrivendo un libro. Spero di finirlo presto e non vedo l’ora di vederlo sugli scaffali dei Bookstore e nelle biblioteche di tutto il mondo.

Uno zaino in spalla, viaggiare in tutto il mondo, fermarsi, fare report e creare guide per i futuri viaggiatori.

Amo le culture diverse e includo sempre nel mio sito web una curiosità e una storia dei luoghi che visito.

Sono italiana e per noi, la storia ha sempre avuto un posto di rilievo nei nostri cuori, perché ci ha insegnato molte cose.

Vorrei che i giovani appassionati di viaggi, scoprissero cose interessanti sui molti luoghi del nostro pianeta, lontani dai libri scolastici, che a volte possono essere molto noiosi.

Le mie attività di insegnante e di studio mi hanno permesso di prendere la mia vita in mano e svegliarmi ogni mattina felice: inizio a scrivere resoconti di viaggio, postare foto, raccontare storie dei miei viaggi, insegnare italiano e lingue , o consigliare i miei seguaci. Sono una donna appassionata con un grande senso dell’umorismo. Quindi, non vedrai immagini di posa da modella, ma sopratutto foto divertenti.

Amo anche il cibo e sono così fortunata perché non ingrasso facilmente, quindi, nel mio viaggio, assaggio un sacco di piatti tipici . Fotografo, commento e appunto consigli.

Inoltre, tutto ciò mi ha permesso di coltivare la mia passione per la fotografia, che ho avuto sin da quando ero bambina. Anche mio padre era appassionato di fotografia. Mi ha mostrato come funziona la macchina fotografica e mi ha spiegato come utilizzare la mia prima Polaroid.

Ho molti bei ricordi di quel periodo della mia vita e molto grazie ai miei genitori, che mi hanno fatto crescere e diventare la persona che sono diventata oggi. Mi hanno permesso di conoscermi, dandomi sempre spazio per prendere le decisioni migliori per me stesso. Quindi, posso dire che i risultati di oggi sono il frutto di un lungo viaggio.
Mia madre mi ha sempre detto che le cose belle arrivano sempre con sacrifici e credendo e cercando di ottenere risultati. Posso dire che aveva ragione!

Non mi sento mai arrivata, ma sempre in partenza, perché sono aperta a nuove opportunità ed esperienze e amo il settore della moda, della fotografia, dei viaggi e amo tutto ciò che è sociale.

Un punto ipotetico di arrivo per me è sempre un nuovo inizio di esperienze e avventure.

Sono sempre convinta che la città di Los Angeles offra un vantaggio, perchè permette alle giovani donne di mostrare le loro abilità e ritagliarsi uno spazio nel loro campo di interesse.

Ma ciò richiede perseveranza, un po ‘di follia e un grande desiderio di essere coinvolti, rompendo gli schemi dalla solita routine.

Sono diversa dalle altre… Mi piace essere fuori dagli schemi e dalla solita routine. Credo che le persone mi seguono e mi amano proprio per la mia naturalezza e semplicità, oltre che per i complimenti sulla mia bellezza.

Intervista: domanda n. 2

Bene, quindi approfondiamo un po ‘la storia – è stato un percorso facile nel complesso e se non lo è stato, quali sono state le sfide che hai dovuto superare?
Non è mai stata una strada facile e non è ancora facile, ancora. Ci sono alcuni lavori che richiedono perseveranza, fantasia, creatività, follia e novità. Essere una blogger, una viaggiatrice, una fotografa, una giornalista, un’influencer, una modella, un ambasciatrice per i vestiti e i cataloghi di viaggio richiede un forte impegno e un alto livello di qualità, anche con un piccolo senso autocritico. Sono molto critica con me stessa, sogno molto e do il mille percento per raggiungerlo. Sono anche molto ironica e dalle mie foto, puoi vedere che sono una persona molto divertente e tendo a prendermi in giro da sola.

Un giorno, mi piacerebbe lanciarmi nel campo della moda o del cinema inerente i viaggi. Mi piacerebbe un giorno avere un programma televisivo per un documentario che mi vede in prima linea. Ho ancora molti progetti e sogni …
Spero che questa città continui a darmi fantastiche sorprese.

Dobbiamo coltivare, studiare, approfondire, niente è facile. Grandi risultati richiedono grandi sacrifici e impegni ancora maggiori. Siamo donne e abbiamo bisogno di farci sentire, dobbiamo lavorare duro per ritagliare il nostro spazio di successo nella società. Nel mio piccolo paese, questi spazi e questo successo non sono sempre garantiti per le donne, ma può essere comunque raggiunto. Dopotutto, se non avessi perseguito i miei sogni, non avrei incontrato tante persone fantastiche lungo il mio percorso, non avrei avuto questo carattere e queste conoscenze … se ci penso non sarei nemmeno qui con te a rilasciare questa intervista ! Hahaha!

Come è successo tutto ciò nella tua vita? Se qualcuno mi chiedesse questo 10 anni fa, non avrei mai immaginato il percorso che ho effettivamente realizzato. Questa è la bellezza della vita, ti spinge a dare il meglio di te stessa, a essere soddisfatto dei passi compiuti e dei risultati, anche quelli inaspettati, come la chiamata di un produttore, un editore o una rete televisiva o una rivista importante. L’ho mai detto prima? No, ma ho sempre avuto ed ho ancora la speranza. Non ho mai spento la luce che brucia nel mio cuore per il lavoro che faccio ogni giorno.

Intervista: domanda n. 3

Bene – quindi parliamo di affari. Parlaci della tua attività – cosa dovremmo sapere? 
Devo dire che di solito non mi piace complimentarmi per la famosa autocritica di cui ho parlato prima.

Ma posso dire che nel campo dell’insegnamento delle lingue, della storia e della letteratura, mi ha permesso di prendere il volo su ciò che era sarebbe diventata definitivamente la mia personalità, in primo luogo.

Sono una persona magnetica, solare, amo quello che faccio se posso farlo, altrimenti non sarei lì per fare quel lavoro.

I miei studenti mi hanno sempre scelto prima perché sono una persona chiara e precisa, ascolto, ma anche spiego e insegno.

Sono anche un’ottima guida e motivatrice. A scuola, non basta studiare, dobbiamo anche lavorare sul carattere se si vuole arrivare in fondo.
Spesso intervengo nell’autostima di questi bambini, che devono credere in se stessi e nelle loro capacità. Sono il primo esempio da seguire in questo. Ho faticato molto e ricordo molto bene le notti sveglia studiando e pianificando le mie attività. Ci è voluto tanto sforzo ma tanto orgoglio arriva poi dopo! Se nessuno te lo dice, i bambini non possono sapere che la vita non è semplice e facile, ma devi sempre metterti alla prova e non mollare mai.

Nei miei viaggi, come blogger, viaggiatrice e fotografa, posso dire che le mie capacità sono prima di tutto la mia autoironia, non mi piacciono le foto da modelle, ma amo quelle che rilasciano emozioni allo stato puro.

Quel momento in cui gli occhi brillano per quello che stanno vedendo o facendo, e c’è l’emozione di un momento. Tuttavia, è così grande che devi essere molto brava a non perderlo,attraverso lo scatto di una foto. C’è anche un sacco di studio alla base. Impari mettendoti alla prova, anche in fotografia.

Nella stesura di articoli e resoconti di viaggio, penso invece di essere trascinata dalla mia natura. Sono sempre stato molto brava nelle lingue straniere e in letteratura e adoro scrivere e fare report giornalistici.

Il mio argomento all’esame di scuola per la maturità, è stato un rapporto giornalistico sull’impatto ambientale e sulle energie rinnovabili.

Credo che già in quelle righe, anche se non lo sapevo ancora, forse la mia carriera era già stata scritta. A volte ho ricevuto richieste per effettuare fotografie per giornali e non mi tiro indietro in questo caso.

Amo questo campo e quando penso ai miei viaggi, i miei occhi brillano di luce propria.

Mi piace consigliare, motivare le persone, aiutarle nei loro viaggi, essere fotografata per articoli di giornale e amo tutto ciò che porta novità e curiosità nella mia vita.

Oggi gestisco il mio sito web e la mia pagina social Instragram @cinzia.traveller scrivendo articoli, fotografando e creando report di viaggio, derivanti dalle mie numerose esperienze in giro per il mondo, creando itinerari per coloro che non possono e non hanno tempo per farlo, aiutando a studiare la lingua italiana e inglese e guardo questa fantastica città di Los Angeles come un miraggio che però è realtà.

Non avrei mai potuto essere quello che sono oggi se non avessi studiato e non avessi continuato a farlo. Questo è molto importante da sottolineare alle giovani donne, che stanno affrontando il loro nuovo viaggio.

Certe esperienze hanno sicuramente segnato il mio percorso. Inizialmente, durante i miei studi a scuola, c’è stato un momento in cui volevo lasciare tutto e andare a lavoro, perché avevo fretta di diventare indipendente. Mia madre era d’accordo con me, ma prima avrei dovuto trovare un lavoro in un ufficio. L’ho fatto e ho lavorato in un negozio di assicurazioni per l’estate. Per 3 mesi è stato lì che ho capito, che volevo fare qualcos’altro nella vita, essere in movimento, avere autonomia e la possibilità di usare la mia ispirazione per qualcosa di buono e fuori dalle solite routine quotidiane. Era d’estate quando avevo 15 anni, che la fiamma e la luce del mio cuore si accesero.

Ho capito che dovevo dare il meglio e poi prendere la mia vita da adulta nelle mie mani. E questo è quello che ho fatto. Non smetterò mai di ringraziare mia madre per questo.

Inoltre, durante una vacanza a Ibiza, un fotografo mi ha fermato, per chiedermi di posare per un quotidiano spagnolo. Mi aveva visto sulla strada quel giorno, mentre ero in vacanza!

È stato fantastico, ma anche allora ho capito che potevo avere le buone caratteristiche per fare qualcosa di importante nella mia vita

Il resto è storia. La mia passione per i viaggi e per le lingue straniere è sempre stata una parte di me dall’età di 6 anni, quando trascorrevo pomeriggi extra a scuola per studiare e frequentare corsi di lingua.

C’erano 5 persone in tutta la scuola che lo facevano. Questo episodio della mia vita ha già detto molto su chi vorrei essere.

Mio padre mi ha sicuramente trasmesso la passione per la fotografia e il video editing, è grazie a lui che ho avuto la curiosità di approfondire questo mondo e combinarlo con la mia passione per i viaggi e la mia grande capacità di scrittrice.

Ho appena iniziato un progetto per un libro, che spero verrà pubblicato entro la fine di quest’anno.

Per quanto riguarda la moda, ho partecipato alle selezioni di Miss Italia un po ‘per divertimento (a dire il vero) quando avevo 16 anni e ho capito che non amavo le passerelle ma piuttosto il catalogo fotografico e la rivista.

Le persone che mi conoscono dicono che sono molto espressiva e comunico grandi emozioni … questo è quello che mi dicono le persone. Mi fido di loro!

Mi piace ridere e scherzare, quindi amo le foto fantasiose e non solo le pose tipiche da modella.

Mescolando tutti questi ingredienti, qui nasce @ cinzia.traveller!

Sono sempre aperto a nuove opportunità, progetti, proposte e collaborazioni o ad espandermi su quelli attuali.

Adoro le nuove sfide! Los Angeles, sono sempre pronta per iniziare!

Intervista: domanda n. 4

Trovare un mentore e costruire una rete, sono spesso citati negli studi, come un fattore importante che influisce sul successo. Hai qualche consiglio o lezione da condividere per quanto riguarda la ricerca di un mentore o di una rete in generale?
Non so se posso dire questo nome, ma posso dirti che amo il National Geographic e molti programmi televisivi sui viaggi e documentari mi hanno parecchio ispirato.

Potete trovare molte delle mie foto dei miei viaggi on the road su Instagram: @cinzia.traveller

Per tornare al menu principale clicca qui

cinziatraveller

Leave a reply